ULTIMA

DOPPIO APPUNTAMENTO CON “CREMERIA LETTERARIA”

cremeria al duomoLUCERA - Riprendono e raddoppiano gli incontri di “Cremeria Letteraria” a Lucera presso la Cremeria al Duomo nella splendida cornice di Piazza Duomo. Dopo una parentesi con diverse date dedicate a musica e teatro, tornano protagonisti i libri con un due serate nel giro di cinque giorni.Giovedì 21 maggio alle ore 20,30 sarà protagonista il giornalista Francesco Viviano ed il suo splendido libro “Io, killer mancato” (ed. Chiarelettere).

Era il 26 marzo 1966, avevo compiuto da poco diciassette anni ed ero lì in via Buonriposo con quel ferrovecchio in mano per uccidere l’uomo che nel 1950 aveva ammazzato mio padre”.
Francesco Viviano, giornalista di punta del quotidiano “La Repubblica”, così inizia a raccontare in questo libro la sua storia: quella di un ragazzo che, cresciuto in un quartiere di periferia a Palermo, l’Albergheria, è stato capace di ribaltare un destino che sembrava segnato, studiare da autodidatta e diventare il grande giornalista che è, autore di scoop incredibili sulla mafia, sull’immigrazione e sui casi di cronaca giudiziaria per il suo giornale. È la storia del ragazzino che aveva preso il nome del nonno paterno, che era rimasto orfano del padre ad un anno, sparato alle spalle durante un tentativo di furto, e che aveva deciso di vendicarsi.

Martedì 26 maggio sempre alle 20,30, sarà invece la volta della narrativa con Fabio Genovesi, uno dei candidati al Premio Strega 2015, con il suo ultimo libro “Chi manda le onde” (ed. Mondadori).
Fabio Genovesi, nato a Forte dei Marmi nel 1974, è autore di romanzi come “Versilia Rock City” ed “Esche vive”, tradotto in dieci Paesi tra cui Stati Uniti e Israele, e del saggio cult “Morte dei Marmi” e “Tutti primi sul traguardo del mio cuore”, diario on the road della sua avventura al Giro d’Italia. Collabora con il Corriere della Sera e Glamour.

In Versilia, come i precedenti, è ambientato anche “Chi manda le onde”, un libro che è uno tsunami di emozioni: lo inizi a leggere e nel giro di poche pagine ti crea dipendenza perché vuoi subito capire e scoprire cosa succederà nelle successive. Ogni capitolo ha un titolo che incuriosisce, che invoglia alla lettura, ed ogni capitolo è dedicato ad un personaggio che finiamo col conoscere grazie al suo punto di vista.

In “Chi manda le onde” c’è tutto: c’è la gioia e c’è il dolore, si ride e si piange, proprio come nella vita. La morte – che lascia sempre qualcosa, solo che quello che lascia non c’entra più niente con quello che c’era prima – stravolgerà le vite dei diversi personaggi, ma al tempo stesso sarà un’occasione per reagire e per rialzarsi, ricominciando in maniera diversa, uniti più che mai in un’unica, grande famiglia.

Dunque, dopo Nicola Lagioia con “La Ferocia”, “Cremeria Letteraria” ospita un altro candidato al Premio Strega 2015, nella speranza che aumenti sempre più il pubblico degli affezionati della buona lettura e di coloro che auspicano per Lucera una rinnovata vivacità culturale.

(Comunicato Stampa)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>