23843542_2019976654888183_8744711245035578437_n

L’ASD SPORT LUCERA PERDE LA SUA IMBATTIBILITÀ ANCHE IN CASA

luceraLUCERA – Il Lucera perde ancora contro il San Giovanni Rotondo, modesta squadra, per 2 a 1. La squadra, vista oggi, è la brutta copia delle ultime gare; lunga e alta, con un centrocampo in balia dei lanci lunghi della squadra avversaria, e gli attaccanti del San Giovanni  hanno potuto scorrazzare in velocità, rendendosi pericolosi in fase offensiva. Le assenze importanti e le polemiche di qualche giocatore hanno condizionato l’incontro che, sono le uniche attenuanti di questa brutta giornata. Cattiva prova di tutti gli esordienti di oggi aggravata da una responsabilità non cercata, ne tanto meno la prova degli uomini di provata esperienza.

Cronaca: Il Lucera scende in campo con una squadra insolita, dovuta alle numerose assenze per infortuni e per squalifiche, con Moffa, Conforte, Bortone, Favulli, Carità, Secka, D’Emilio, Pontone, Danese, Savino e Wissen.

Il Lucera parte all’attacco e subito si fa pericoloso con Danese che a porta vuota manda fuori una facile occasione di colpo di testa. Non passano neanche cinque minuti che anche l’esordiente Wissen si impappina davanti al portiere, sciupando una ghiotta opportunità. Danese ancora sulla destra pecca di egoismo non mettendo una palla al centro, dove Savino era ben appostato. Intanto, la squadra si scolla e i garganici prendono il possesso del campo e iniziano ad impensierire il portiere Moffa, che si salva prima in uscita su un traversone e poi su tiro insidioso mandandolo in angolo. Queste azioni sono il preludio alla rete che arriva su una rocambolesca confusione in area con un tiro che passa tra una selva di gambe. Uno a zero per tutta la fine del primo tempo.

Nel secondo tempo il Lucera cerca di attaccare, sfondando sulla sinistra dove Carità, migliore in campo, si danna a portare palloni che puntualmente naufragano sui piedi delle nostre punte. Il centrocampo, oggi lento e macchinoso non riesce a trovare la giocata vincente e anche i tentativi da fuori area sono alti e imprecisi.

Il San Giovanni, con il passare dei minuti, cresce e si organizza sempre meglio in fase difensiva lasciando alle punte il compito del contropiede. Il mister dopo aver fatto entrare altri giovani della primavera senza nessun risultato tenta la carta di Pellegrino Paolo, oggi a riposo per infortunio. Appena entrato ha una facile occasione che spreca a due passi dalla porta. Dopo appena cinque minuti va in rete sfruttando una palla che sembrava persa, mandandola nell’angolino basso, alla sinistra del portiere.

Neanche il tempo di gioire che il centravanti del San Giovanni, in contropiede, sfugge alla difesa e con un abile pallonetto mette in rete il definitivo 2 a 1 facendoci ripiombare in un incubo. Finisce 2 a 1. Dalle sconfitte ci si forgia e si imparano le lezioni, l’immaturità di qualche giocatore non giova né a se stesso né alla squadra e che la vita di un atleta piaccia o no è fatta di sacrifici fuori e dentro il campo. Domenica riposiamo, speriamo di recuperare qualche infortunato, intanto approfittiamo per fare un bagno di umiltà. Buona domenica anche se è amara.

Redazione Sport

RISULTATI SECONDA CATEGORIA - Girone A

8° Giornata 

Puglia Sport Altamura- Foggia Incedit  1-1

Real Foggia- M. Salvemini Manfredonia 3-2

Real Sannicandro – Calcio Palo 2-1

Sport Lucera- San Giovanni Rotondo  1-2

G.S. Troia – Academy Sannicandro 3-1

Vieste – Carpino 0-1

Riposo: Gioventù Calcio Cerignola

 

CLASSIFICA

Real Foggia 16

Sport Lucera 15

Foggia Incedit 14

Gioventù Calcio Cerignola 13

M. Salvemini Manfredonia 13

Real Sannicandro 11

Calcio Palo 11

San Giovanni Rotondo 10

Academy Sannicandro 10

Puglia Sport Altamura 7

Carpino 7

Troia  5

Vieste 4

 

 

 

 

 

 

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>