foto 17 DEU

UN PASSO NEL FUTURO: NUOVE APPARECCHIATURE RADIOLOGICHE DI ULTIMISSIMA GENERAZIONE AL POLICLINICO RIUNITI DI FOGGIA

FOGGIA - Nell’ottica del potenziamento delle Radiologie del Policlinico Riuniti di Foggia con attrezzature di ultimissima generazione, la Direzione Strategica ha promosso il più imponente investimento in nuove tecnologie realizzato negli ultimi decenni in provincia di Foggia. L’ampio percorso di riqualificazione del Policlinico Riuniti di Foggia si è arricchito con l’acquisizione di nuove apparecchiature radiologiche di ultima generazione, pensate per rispondere ai più innovativi standard qualitativi richiesti dalla medicina di precisione che va verso la diagnosi precoce, la personalizzazione delle cure sulle caratteristiche del singolo paziente e sulla necessità di soddisfare la domanda di un territorio esteso che raccoglie un bacino d’utenza molto ampio, sia in ambito regionale che extra-regionale.

Il top della tecnologia è rappresentato da tre nuove Spectral-TC,da 256 slices di ultimissima generazione con detettore da 16 cm, attualmente il più ampio a disposizione, doppia energia con tecnologia Spectral e applicazioni di sistemi d’Intelligenza Artificiale (IA) in fase di acquisizione delle immagini invece che in post-processing. Questi sistemi di Tomografia Computerizzata sono i più evoluti disponibili sul mercato, in dotazione in pochissimi centri in Europa e al momento, con questa configurazione, presenti in Italia solo al Policlinico Riuniti di Foggia. Consentono una minore invasività per il paziente riducendo fino a dimezzarlo il quantitativo di mezzo di contrasto necessario e la dose di radiazioni fino al 90% rispetto alle apparecchiature TC tradizionali.Le nuove acquisizioni consentiranno di fornire un elevato livello qualitativo e quantitativo di assistenza alla popolazione della Regione e permetteranno anche di essere attrattivi per le utenze dei territori limitrofi extra-regionali, consentendo di soddisfare la richiesta di esami di alta specializzazione. L’acquisizione di apparecchiature TC, uniche sul territorio, sarà, inoltre, anche di grande impulso per la formazione dei medici della Scuola di Specializzazione in Radiodiagnostica e degli studenti del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e dei Corsi di Laurea triennale di Tecniche di Radiologia Medica e di Infermieristica dell’Università di Foggia, che potranno essere istruiti sulle apparecchiature più moderne attualmente a disposizione.

Il Policlinico di Foggia è, inoltre, la prima e unica struttura pubblica in Puglia (con gli Enti Ecclesiastici) ad aver acquisito una RM 3 TESLA, un apparecchio ad alta intensità di campo magnetico che assicura massima accuratezza e rapidità delle indagini diagnostiche, sia in termini di qualità e definizione delle immagini, sia in quelle di velocità di acquisizione, di vari distretti corporei. La Risonanza RM 3 TESLA è un “gold standard” per le patologie di tutti gli organi ed apparati in quanto consente studi di tipo morfologico, di perfusione, di diffusione e di tipo funzionale. Si tratta di un’apparecchiatura con un magnete dal design compatto dotato di ampio gantry, con diametro minimo 70 cm più ampio rispetto alla media delle macchine di RM esistenti, e quindi, per quanto abbia una configurazione tradizionale, è qualificata come un sistema “Open Bore” perché consente un accesso più agevole ai pazienti obesi o in sovrappeso e permette, inoltre, di ridurre efficacemente il classico effetto claustrofobico. Questo apparecchio, si giova, inoltre, di efficaci sistemi di riduzione del rumore rendendo l’esame più confortevole per il paziente.

 A completamento dell’aggiornamento tecnologico, è stata acquisita una Apparecchiatura Radiologica Robotizzata Multifunzione, dedicata agli esami radiologici del Pronto Soccorso, per la quale il Policlinico di Foggia rientra tra le undici installazioni in Italia, di cui tre al Sud, di cui due a Bari e una adesso al Policlinico Riuniti. Il Sistema Radiologico Robotizzato Multifunzione si caratterizza per velocità e precisione ed è il primo apparecchio robotico radiologico con due bracci robotici sincronizzati che ruotano intorno al paziente, consentendo una moltitudine di esami, dalle indagini gastrointestinali, al controllo angiografico, all’aortografia, alla biopsia epatica senza mai la necessità di spostare il paziente in altre sedi diagnostiche. Questa attrezzatura permette di realizzare radiografie non solo in 2D ma anche in 3D, oltre ad esami contrastografici fino anche ad applicazioni anche in ortopedia e angiografia. L’apparecchio è dotato di un tavolo bariometrico per pazienti anche di peso elevato oltre che di una serie di accessori per radiografie anche in 3D sia in ortostasi che in posizione supina. Inoltre, il Policlinico Riuniti si doterà anche di tutta una serie di apparecchiature di ultima generazione come un Digital Radiography (apparecchio radiologico digitale), un Telecomandato multifunzionale digitale, due Ecografi multidisciplinari digitali dotati di software avanzati per ottimizzare i flussi di lavoro e apparecchiature ed ecografi portatili.

Tutte le nuove apparecchiature radiologiche di ultima generazione sono ubicate prevalentemente presso il Dipartimento di Emergenza Urgenza (DEU) sotto la direzione del Prof. Luca Macarini, Direttore del Dipartimento di Radiologia e della Cattedra di Diagnostica per Immagini, del Dott. Giampaolo Grilli, Direttore della Struttura Complessa di Radiologia ospedalierae del Dott. Egidio Guerra, Dirigente Responsabile della Ssvd di Radiologia d’Urgenza. Fanno parte dell’aggiornamento tecnologico anche la prossima installazione di una nuova TC da 128 strati di ultima generazione presso il plesso D’Avanzo e l’aggiornamento della TC presso il presidio ospedaliero Lastaria di Lucera. Delle apparecchiature radiologiche di ultima generazione, una nuova Spectral-TC è già funzionante presso il DEU mentre le altre saranno in funzione dal mese di settembre. Sono, infatti, in corso le attività di formazione dei dirigenti e dei tecnici a tali nuove attrezzature.

Il cospicuo intervento della Direzione aziendale per potenziare l’offerta diagnostica con le macchine più evolute significa garantire esami complessi ed elettivi <a casa propria> – dichiara il Direttore Generale del Policlinico Riuniti di Foggia Dott. Vitangelo Dattoli. Un gesto di attenzione che evita disagi e inutili spostamenti dei nostri cittadini che non dovranno rivolgersi altrove per eseguire anche un esame importante. Tutte le grandi attrezzature radiologiche del Policlinico Riuniti sono state implementate con spunti di grande interesse come la Risonanza magnetica 3 TESLA, le Tac di ultimissima generazione e le apparecchiature di grande versatilità soprattutto nel settore dell’Urgenza. Attualmente la tecnologia di analisi dell’immagine del Policlinico Riuniti è sicuramente da considerarsi tra le più ampie d’Italia. E di questo siamo fieri. L’investimento ha riguardato anche altri aspetti. Il reparto di Radiologia d’Urgenza, per esempio, sarà dotato di numerose, ampie e confortevoli sale d’attesa per i pazienti provenienti dal Pronto Soccorso e per quelli interni ed ambulatoriali, sale per la preparazione pre-esame e per l’osservazione post-esame, ambulatori medici e numerose postazioni di refertazione. E’ stato realizzato un adeguato intervento di umanizzazione degli ambienti che sono stati resi più confortevoli con l’installazione di foto e quadri retroilluminati raffiguranti paesaggi naturali che rendono gradevole l’intera area.”

(Comunicato stampa)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>