Immagine 2021-07-23 195012

LUCERA: QUESTIONE RIDUZIONE INDENNIZZI – PER DE SABATO CHI DI MANCATA COERENZA FERISCE, DI MANCATA COERENZA PERISCE

SIMBOLORINNOVIAMOLUCERARiceviamo dal consigliere  Giuseppe De Sabato per “R-Innoviamo Lucera” e pubblichiamo

LUCERA - Leggo con molto stupore – unitamente a tanta delusione relativamente alla persona e al professionista – il comunicato di Lucera 2.0 e quindi del consigliere avv. Francesco Di Battista a proposito della “presunta incoerenza” http://www.adessoilsud.it/2021/07/coerenza/ del sottoscritto rispetto alla presentazione di una proposta di delibera per la riduzione delle indennità agli amministratori comunali. Il comunicato in questione (e quindi il consigliere Di Battista), fa riferimento all’ultima riunione della conferenza dei capigruppo nella quale lo stesso chiedeva di mettere all’ordine del giorno della prossima seduta, prevista per il 27 luglio, la mia proposta (non la sua, ovviamente, perché non l’ha mai fatto e forse tantomeno pensata…).

 Ora, ciò premesso, mi chiedo e chiedo al consigliere Di Battista:

 1)      Se Le sta a cuore tale proposta e ne è convinto, vista la mia mancata “coerenza”, perché non si è fatto promotore di una proposta di delibera della quale Ella è ben informato da circa 2 mesi?

2)      Se non sbaglio – e la memoria non mi inganna –, sulla mia proposta di solo ODG – nel momento in cui l’ho annunciata in una riunione delle forze di opposizione –, proprio da un componente del Suo gruppo consiliare furono avanzate perplessità fino ad annunciare addirittura voto contrario. Ha buona memoria, consigliere Di Battista, di questo? E Lei ben sa che vi erano 8 persone presenti a tale riunione in cui il sottoscritto, contrariato da tale eccezione e ritrosia, affermò con decisione di andare avanti lo stesso. Lo ricorda questo? Lo ricorda che La invitai a far rinsavire chi era contrario?

3)      Se non sbaglio – e la memoria non mi inganna – il sottoscritto sin dal suo insediamento in Consiglio Comunale ha rinunciato a qualsiasi indennità. Che Lei sappia, consigliere, sia Lei che il Suo adepto consigliere vi siete regolati allo stesso modo? Chiedo non per me, ma per la città.

 Vede, consigliere Di Battista, deve stare attento quando parla di “coerenza”, perché suvvia, su tale argomento non credo che Lei possa dare lezioni o ergersi a “puro e casto”.

 La verità è ben altra e Lei la sa, quindi se vuole fare opposizione propositiva nell’interesse della città, come spesso ha annunciato, cerchi di essere coerente senza lasciarsi andare a stucchevoli ed improduttivi comunicati che, qui, vado subito a smentire.

 Sin dalla proposta dell’argomento affermai che dopo l’ODG avrei presentato, a prescindere dal voto di approvazione in Consiglio, una bozza di delibera e un regolamento sull’utilizzo del fondo che si sarebbe venuto a creare con i risparmi di spesa dovuti alla riduzione della indennità, giustificati a mio parere sia dalla situazione economica che dal dissesto finanziario dell’ente.

 Ora, viste le note vicende legate alla crisi della ex maggioranza e dato quanto accaduto durante la celebrazione del Consiglio in cui si doveva produrre l’ODG, per evitare ulteriori ritardi, nell’ultima seduta di Consiglio Comunale del 28 giugno scorso annunciai che entro 30 giorni, proprio per by-passare l’ormai tardiva proposta del solo ODG, avrei preparato un’articolata proposta di deliberato con il regolamento attuativo.Di tale aspetto, durante la riunione della conferenza dei capigruppo, ne ho dato notizia a tutti i presenti compreso il Presidente del Consiglio, comunicando che tale bozza era stata anche consegnata al Presidente in anticipo, ma aggiungevo di pazientare perché volevo confrontarmi con la dott.ssa Domenica Franchino (segretaria comunale facente funzione) e con il dott. Raffaele Cardillo (dirigente del settore Economico e Finanziario) per acquisire i pareri tecnici e i suggerimenti giuridici e contabili. La stessa dott.ssa Franchino, durante la riunione, se non sbaglio si rivolgeva proprio a Lei riferendo Le della necessità di esaminare la proposta che ancora doveva acquisire.

Una volta acquisiti comunque tali pareri, i due atti sarebbero stati presentati alle commissioni consiliari competenti (Servizi Sociali e Bilancio) per essere sottoposti al vaglio dei componenti le citate commissioni (maggioranza ed opposizione) e, successivamente, portati all’esame del Consiglio Comunale. Sicuramente quando leggerà la bozza del regolamento, si accorgerà della mia proposta di aprire un contributo per il fondo di solidarietà a chi – come Lei, per esempio –, nei 5 anni antecedenti il mandato ha rivestito cariche pubbliche (Lei mi pare fosse stato assessore per poi dimettersi…) e che, avendo percepito, come lei, indennità di carica intera, possono ora tranquillamente – seppur su base volontaria – contribuire a rimpinguare detto fondo per venire incontro alle situazioni di disagio che vivono molti nostri concittadini a causa della pandemia e della crisi economica che incombe sulla città.

 Vede, consigliere Di Battista, cerchi di essere “coerente” prima di tutto con se stesso e poi, se riesce, anche con i colleghi consiglieri, a prescindere dall’appartenenza alla maggioranza o all’opposizione; la politica non è avulsa dalla correttezza che deve guidare ciascun amministratore, cerchi di non dimenticarlo, eviterà brutte figure in futuro. Con immutata stima, La saluto cordialmente, certo che possa essersi trattato di un incidente di percorso che sicuramente, con una opportuna “virata coerente”, in futuro eviterà.

(Comunicato stampa)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>