Cattura 2

COMUNICATO STAMPA DELLA COALIZIONE “RICOMPONIAMO IL FUTURO” SULLA VICENDA DEL PRONTO SOCCORSO DI LUCERA

soccorsoDICIAMO LA VERITA’ AI CITTADINI: NON È “IPOTESI” DI CHIUSURA,  MA È CHIUSURA! IL PRONTO SOCCORSO DELL’OSPEDALE LASTARIA DI LUCERA È STATO CHIUSO CON PROVVEDIMENTO DELLA DIREZIONE DEL POLICLINICO DEL RIUNITI DI FOGGIA. QUESTA È LA VERA E SOLA LETTURA DEL COMUNICATO STAMPA DEL DOTT. DATTOLI !!

Riceviamo  da Checchia Francesco –   Coordinatore lista “De Sabato Sindaco per Lucera, ” Di Gioia Luigi –  Responsabile lista “Rialzati Lucera”,  Marracino Giuseppe –  Commissario  “Forza Italia” e Follieri Mario –  Coordinatore cittadino “Fratelli d’Italia” e pubblichiamo

LUCERA - Infatti ,  facendo seguito alla specifica richiesta  fatta pervenire al direttore generale dott. Dattoli, da parte dei consiglieri comunali di minoranza del Comune di  Lucera,  nelle persone di  Franco Ventrella della lista “De Sabato Sindaco per Lucera”, di Antonio Buonavitacola della lista “Forza Italia” nonché del consigliere Giuseppe De Sabato rappresentante dell’intera coalizione del centro destra , su voci che si rincorrevano sulla eventuale ipotesi di chiusura del Pronto Soccorso di Lucera, con un comunicato del 6.11.2020 la Direzione del Policlinico del Riuniti di Foggia ha confermato, di fatto,  la chiusura del Pronto Soccorso.

Un provvedimento scarno, fatto  di poche righe,  dove sostanzialmente si ribadisce che il Pronto Soccorso di Lucera “non è compatibile sul piano organizzativo con l’attuale elevata incidenza di casi di contagiati Covid” “…e, quindi,  la sua apertura metterebbe a rischio tutta l’attività ospedaliera che attualmente  svolge (oncologia, geriatria, lungodegenza ecc.).”

Tra l’altro,  il citato comunicato, non fa intravedere nessuna data per la sua riapertura anzi rinvia il tutto a “quando l’indice di trasmissione scenderà a livelli tali da far riprendere in sicurezza le attività e dopo l’esecuzione di opportuni lavori per garantire appropriati percorsi”. Ora, tale indice potrebbe essere un  auspicato 10 oppure zero (ossia all’infinito..), quindi la chiusura è nei fatti !!! e nel comunicato del dott. Dattoli !! Altro che arrampicarsi sugli specchi, come stanno facendo il Sindaco e il neo consigliere regionale sig. Tutolo!!

TUTTO QUESTO NON È AFFATTO POSSIBILE!

Purtroppo,  viene a mancare quel punto di primo intervento rappresentato dal nostro Pronto Soccorso che, pur con poche unità di personale medico e paramedico, in questi anni, proprio per il loro  tempestivo intervento,  ha salvato la vita a tanti nostri concittadini e non solo.

Ci viene spontaneo chiedere:  che fine ha fatto la tenda del triage Covid che fu allestita proprio accanto  al pronto soccorso?  E’ stata l’iniziativa, di quasi   tutti gli ospedali d’Italia, per fronteggiare una epidemia che nella prima fase era sicuramente più difficile da affrontare e combattere proprio per cercare di dividere i pazienti Covid dagli altri con altre patologie, e che ancora oggi sussistono in moltissimi ospedali.

Riteniamo che  la decisione assunta, sia contraddittoria  rispetto all’atteggiamento dei tanti che hanno  fatto fortune politiche sostenendo e vendendo che  l’ospedale Lastaria era stato potenziato, tanto da divenire una importante struttura sanitaria per l’intero territorio. Sia contraddittoria proprio rispetto all’ormai paralisi dell’Ospedale di Foggia. E, poi, perché altri comuni con popolazione di poco sopra Lucera devono continuare, come giusto che sia, ad avere il Pronto Soccorso e Lucera no ? Forse perché scelte scellerate hanno ricondotto Lucera a semplice distaccamento di Foggia ? Dove era il Sindaco del tempo quando fu fatta questa scelta ? E’ passato tutto sotto silenzio per non pregiudicare le elezioni prossime. Quante passeggiate si è fatto il Presidente Emiliano nel nostro ospedale, con abbracci e sorrisi e rassicurazioni sul potenziamo del nostro ospedale, salvo poi chiudere la struttura più importante ossia il pronto soccorso!!

Infatti, sempre citando il comunicato stampa,  si evince, senza nessun ombra di dubbio, che vogliono tacitarci e in maniera ipocrita, in questo supportati dal silenzio assordante del Sindaco e del consigliere regionale Tutolo.  Si afferma e vorrebbero illuderci  che ci saranno importanti miglioramenti per  potenziare la struttura del Lastaria,  dopo questa ennesima ondata di pandemia Covid.

Ma come, in questo periodo in cui  vi è più necessità dei pronto soccorso, come si stanno sostenendo da tutte le parti, e invece  si chiude quello di Lucera ?

Ribadiamo con forza la necessità della riapertura immediata del pronto soccorso dell’ospedale Lastaria di Lucera,  ricordando che non si tratta soltanto della popolazione residente a Lucera, bensì, di un intero e importante bacino di utenza del sub-appennino che, per validi ragioni di distanza, fa capo proprio  qui a Lucera.

Eppure, dovrebbe essere noto, al nostro sindaco e al direttore generale, come sono già in corso indagini penali per interruzione di pubblico servizio a seguito delle chiusure del pronto soccorso in altre città.

Concederemo pochi giorni affinché si prendano provvedimenti chiari per l’immediata riapertura del pronto soccorso di Lucera.

Nell’ipotesi di permanenza della situazione attuale ci vedremo costretti, nel rispetto delle normative di ordine pubblico, ad organizzare manifestazioni con il coinvolgimento della cittadinanza, sit-in, allestimento di presidi, affinché venga ripristinato il pronto soccorso del Lastaria di Lucera con le sue attività, ivi compresa l’iniziativa giudiziaria di cui si è detto.

Chiediamo e sollecitiamo, e senza retorica politica,  ma nell’interesse dell’intera città, anche  una netta presa di posizione del  Sindaco di Lucera, dei Signori Sindaci, dei Consigli Comunali e della popolazione  di Lucera e dei paesi limitrofi.

 LUCERA DEVE AVERE IL PROPRIO OSPEDALE E IL SUO PRONTO SOCCORSO.

(Comunicato stampa)

 

 

 

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>