foto rodi

VICO DEL GARGANO: ARRESTATO 19ENNE PER AVER TRAVOLTO CON UNO SCOOTER RUBATO IL COMANDANTE DELLA STAZIONE DEI CARABINIERI

VICO DEL GARGANO -  Nella notte di martedì, una pattuglia dei Carabinieri di Rodi Garganico, capeggiata dal Comandante della Stazione locale, era stata avvisata del furto di un motorino, avvenuto pochi istanti prima ad opera di tre soggetti. I testimoni, sebbene non abbiano potuto scorgere le fattezze dei responsabili perché coperti da cappuccio, hanno comunque svolto la loro parte indicando con precisione la direzione imboccata per la fuga dai tre. Così, a fronte delle informazioni ricevute, i Carabinieri hanno deciso di appostarsi lungo la SP51 in direzione Cagnano Varano. Di lì a poco, l’intuizione si è rivelata giusta: la stessa pattuglia, vedendo approssimarsi proprio dal paese il ciclomotore rubato e un altro con a bordo uno dei malviventi, ha intimato loro di fermarsi per un controllo. I conducenti, dopo aver inizialmente rallentato l’andatura, hanno improvvisamente accelerato proprio all’imminenza del posto di blocco.

Nell’effettuare una manovra per aggirare i militari, il conducente di uno dei motorini ha travolto il Comandante della Stazione, provocando la rovinosa caduta a terra di entrambi. Rialzatosi e aiutato dal suo collega, il militare si è accertato che il delinquente non avesse subito alcun trauma di sorta. Subito dopo, lo ha messo in sicurezza. Gli altri due, in sella al secondo mezzo, hanno invece approfittato dell’incidente per dileguarsi. Controlli effettuati successivamente hanno consentito di riscontrare l’abbandono del motorino rubato sul ciglio della strada. Il fermato è un 19enne di origine cagnanese già noto alle forze dell’ordine. Accusato dei reati di furto aggravato in concorso, violenza, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali, adesso soggiace alla pena della residenza obbligata presso la propria abitazione. Il Comandante, invece, una volta terminata la compilazione degli atti, a causa dei traumi riportati dall’investimento, si è recato in Pronto Soccorso all’ospedale di San Giovanni Rotondo, per sottoporsi ad una prognosi di dieci giorni.

Al momento sono in corso le indagini per l’accertamento dell’identità dei due complici.

 Alessio Paragone

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>