polizia a

FOGGIA E PROVINCIA: POLIZIA DI STATO EFFETTUA CONTROLLI STRAORDINARI SU TUTTO IL TERRITORIO

FOGGIA - In seguito all’intensificazione dei controlli sul territorio cittadino per contrastare la recrudescenza dei reati predatori, disposti in sede di tavolo tecnico dal Questore di Foggia e alle attività di polizia che scaturiscono dal controllo straordinario del territorio denominato P.O.I. (piano operativo interprovinciale) sono stati conseguiti numerosi risultati di seguito esposti: In città nella decorsa notte, gli Agenti del Reparto Volanti durante il servizio di pattugliamento, riuscivano grazie al tempestivo intervento a sventare un furto ai danni di un Bar di Via Galliani, difatti i due malintenzionati alla vista della volante si dileguavano. Sul posto i poliziotti, constatavano il tentativo di infrangere il vetro blindato per penetrare all’interno da parte dei due soggetti. Nella mattinata di ieri, un parcheggiatore abusivo veniva fermato e sanzionato su via Gramsci. Venivano inoltre sequestrati i soldi e la giacca smanicata utilizzata.

In data 17 settembre u.s. veniva tratto in arresto dagli Agenti del Reparto Volanti in collaborazione con la Squadra Mobile di Taranto, P D, classe 1973. L’arresto veniva eseguito su applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Foggia in seguito ad un’indagine lampo che ha consentito di accertare la responsabilità penale del Parisi, in concorso con un’altra persona, per furto di  400 euro, ai danni di un bar di P.zza Cavour a Foggia, avvenuto a giugno scorso, con l’aggravante di aver danneggiato l’accesso all’attività.

SAN SEVERO -  il 19 settembre u.s., Agenti del Reparto Prevenzione Crimine e del Commissariato di P.S. di San Severo hanno tratto in arresto D. A.P.M. classe 1995, incensurato, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Il giovane veniva fermato per un controllo, in una zona notoriamente frequentata da assuntori di sostanze stupefacenti e spacciatori. In seguito alla perquisizione personale,  gli Agenti rinvenivano un involucro di sostanza tipo hashish nascosto negli slip, oltre ad una somma di 550 euro. Inoltre, alla base del muretto ove il giovane era seduto, veniva rinvenuto un bilancino perfettamente funzionante. Alla luce degli elementi raccolti, gli Agenti estendevano la perquisizione anche all’abitazione e alle sue pertinenze. Il controllo dava esito positivo, in quanto nel box all’interno di una scrivania, veniva trovato un pezzo di sostanza tipo hashish del peso di 23 gr. circa. L’arrestato veniva sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

CERIGNOLA - In conseguenza a quanto accertato dagli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Cerignola nel Circolo privato denominato “Associazione il Carmine”, il Questore della Provincia di Foggia ha emanato decreto di sospensione di licenza di somministrazione di alimenti e bevande per un periodo di 15 giorni, provvedimento notificato alcuni giorni fa al Presidente. In particolare dai sopralluoghi effettuati è emerso che il citato circolo è frequentato da soggetti con pregiudizi di polizia o che non sono iscritti nel libro dei soci. In altra circostanza venivano esplosi colpi di pistola contro la sede del circolo, probabilmente perché all’esterno del circolo si intrattenevano persone che arrecavano disturbo alla quiete pubblica. Per tutte queste circostanze il circolo rappresenta un concreto e grave pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica pertanto si è reso necessario il provvedimento di sospensione della licenza suddetta.

In data 19 settembre u.s. Agenti del Commissariato di P.S. di Cerignola hanno tratto in arresto C. F, classe 1997 per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.  In seguito ad una segnalazione da parte delle guardie giurate impiegate in servizio trasporti valori, gli Agenti intercettavano il mezzo sospetto, con a bordo due persone. Il C. unitamente ad altro passeggero, avvedutisi della presenza della Polizia si davano alla fuga. Iniziava un inseguimento che terminava quando il ciclomotore rovinava a terra, perché il conducente perdeva il controllo del mezzo. Gli Agenti intervenivano prontamente per evitare che i due si dessero alla fuga,   ma il C. si scagliava contro i Poliziotti colpendoli con calci e inveendo contro di loro. Dopo l’arresto, il controllo al ciclomotore consentiva di rinvenire nascosti all’interno del vano porta oggetti, uno scaldacollo, un taglierino  ed un paio di guanti in lattice, tutto materiale idoneo a perpetrare una rapina. Dopo le incombenze di rito, l’arrestato veniva sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

In data 18 settembre u.s., in seguito ad una segnalazione, da parte di un Istituto di Vigilanza, gli operatori della Sala Operativa ricevevano le coordinate ove si sarebbe trovato un mezzo rubato. Immediatamente gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Cerignola, unitamente ai militari della Guardia di Finanza si portavano nel luogo corrispondente alle coordinate segnalate dal GPS. Sul posto in località Torricelli, dopo varie ricerche, in un uliveto veniva rinvenuta una Land Rover Discovery Sport. La stessa risultava denunciata rubata dal proprietario, il quale veniva contattato telefonicamente per procedere alla restituzione.

(Comunicato stampa)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>