Cattura 3

IL “LUPO” A LUCERA CON UN’ANTOLOGIA DI RACCONTI

lupoLUCERA – Sarà presentata giovedì 18 maggio, a Lucera, l’antologia che raccoglie i migliori racconti presentati alla scorsa edizione del Premio Lupo. L’incontro si terrà al Circolo Unione, in Piazza Duomo, a partire dalle ore 18.30. Nell’occasione, saranno annunciate le importanti novità che caratterizzano l’edizione 2017 del Premio Lupo. Alla presentazione, interverranno Lucia Berardino (presidente della commissione letteraria del concorso), il giornalista Micky de Finis, Giuseppe Trincucci, medico e autore di numerosi libri sulla storia di Lucera e della Capitanata, il docente dell’Università di Foggia Giovanni Cipriani e Pasquale Frisi, della segreteria organizzativa del Premio Lupo.

PERCHE’ NEL NOME DEL LUPO. Pur essendo nato nel 2006, solo quest’anno il Premio Lupo celebrerà la sua decima edizione. Si tratta di un progetto culturale nato su iniziativa dell’Amministrazione comunale di Roseto Valfortore. L’obiettivo originario del concorso era quello di favorire la produzione di racconti da utilizzare come “sceneggiature” utili a realizzare cortometraggi che promuovessero il patrimonio culturale e naturalistico delle aree interne dei Monti Dauni. Il nome “Lupo” è stato scelto per le caratteristiche proprie all’animale, un “abitante” del territorio, dei boschi di questo lembo di terra pugliese, il simbolo di una ricchissima biodiversità della flora e della fauna territoriale.

ADESIONI E PATROCINI. Già dalla prima edizione, il concorso letterario (al quale, negli ultimi anni, si sono aggiunte la sezione dedicata ai dipinti e quella incentrata sui video brevi) ha avuto uno straordinario successo, raccogliendo le adesioni di numerosi comuni, oltre al qualificato patrocinio di Provincia di Foggia e Regione Puglia. La decima edizione, quella del 2017, oltre a Roseto Valfortore quale Comune capofila, mette insieme i comuni di Lucera, Alberona, Baselice (Benevento), Casalvecchio di Puglia, Castelluccio Valmaggiore, Faeto, Pietramontecorvino, San Marco La Catola e Volturino. L’edizione del decennale, inoltre, gode del patrocinio di Provincia di Foggia, Provincia di Benevento, Regione Puglia e Università di Foggia.

I NUMERI DEL PREMIO. Nelle prime 9 edizioni, il Premio Lupo ha raccontato i Monti Dauni attraverso oltre 1000 racconti, più di 8 milioni di parole, 150 dipinti, 80 video brevi. Per ogni edizione, sono state realizzate le pubblicazioni-antologia nelle quali sono stati raccolti i migliori racconti presentati al concorso. Alle antologie letterarie date alle stampe, negli ultimi anni si sono aggiunti anche i cataloghi dei dipinti partecipanti al concorso. Si sono svolti decine di incontri con gli autori e mostre itineranti dei dipinti, con un’opera di animazione territoriale e culturale che ha attraversato e interessato tutti i comuni aderenti al “Lupo”. Dal 2016, il Premio Lupo ha generato e inaugurato anche il Festival della Poesia Dialettale dedicato al recupero di una importante tradizione e alla valorizzazione del vernacolo.

I BANDI DEL 2017. Sul sito ufficiale, www.premiolupo.it, sono stati pubblicati i bandi per le sezioni letteraria, pittorica e video del Premio Lupo 2017. Per il premio letterario, i racconti devono essere inviati alla segreteria organizzativa del concorso entro il 16 giugno; saranno premiati gli autori delle tre migliori opere con premi in denaro di 1000, 400 e 250 euro. Per la sezione pittorica, i dipinti devono essere presentati entro il 16 giugno; saranno premiati gli autori delle tre migliori opere con premi in denaro di 1000, 400 e 250 euro. Per la sezione video, le clip dovranno essere presentate entro il 31 ottobre 2017; saranno premiati gli autori delle tre migliori opere con premi in denaro di 500, 300 e 200 euro.

LE NOVITA’ DEI VIDEO. Per il terzo anno consecutivo, il “Lupo” proporrà la sezione dei video brevi, da 60 secondi. Entro il 31 ottobre 2017, ogni autore potrà presentare 3 video. La durata non potrà superare i 60 secondi. Ogni opera filmata e montata dovrà avere come soggetto  Lucera o uno degli altri paesi dei Monti Dauni, per promuoverne un aspetto, una tradizione, un evento, la bellezza del paesaggio o l’attività di un’associazione: è questo, in sintesi, l’oggetto della sezione video del “Premio Lupo”. I video potranno essere anche il prodotto di un montaggio di più riprese. Potranno contenere audio e musica anche se non registrati in presa diretta, ma i contenuti naturalmente non dovranno violare la normativa sul copyright e, più in generale, le restrizioni che potrebbero inibirne la pubblicazione su You Tube. Non saranno ammessi video composti da fotografie. Tutti i video possono essere inviati via whatsapp al 366.7053283 o alla email redazionerec24@gmail.com. Saranno pubblicati su www.rec24.it, indicando nome e cognome dell’autore, e verranno promossi anche su facebook nelle pagine www.facebook.com/rec24it e https://www.facebook.com/montidaunipuglia

Il messaggio che la sezione video lancerà a chi ama i borghi dell’Appennino Dauno è chiaro: fai conoscere la grande bellezza della nostra terra.

LUPO SENZA CONFINI. L’edizione del decennale sarà particolarmente ricca, anche grazie alle collaborazioni che stanno coinvolgendo altre regioni oltre alla Puglia, con la Campania in prima fila. Il Premio Lupo racconta il futuro delle aree interne, perché ne svela le radici profonde, l’immenso patrimonio culturale, umano e ambientale, col progetto di valorizzarne le potenzialità e di favorirne la crescita attraverso un modello che premi l’innovazione, il senso di appartenenza e il talento.

(Comunicato stampa)

 

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>