12209042_932155743523434_1248627961_o

L’ABATE PIEMONTESE

piemontese«La storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa», e il povero Karl Marx non aveva neppure conosciuto la situazione parossistica del Partito Democratico di Lucera.
Se la tragedia è stata lo sfaldamento del centrosinistra lucerino e del PD in occasione delle elezioni comunali del 2014, la farsa è la voce che gira insistente –come una eco lontana più o meno venti km- secondo cui il segretario provinciale dei Democratici vorrebbe il ritorno al segreteria politica del circolo “Parracino” Fabrizio Abate. Boom!

Avete letto bene, Fabrizio Abate, l’ex segretario tutto d’un pezzo che ora è assessore al Bilancio nella giunta tutoliana.
A leggere la storia di questi mesi, in realtà, la notizia non dovrebbe sorprendere più che tanto se si osserva il comportamento tenuto dal PD nell’ Aula Consigliare, seeeh  Aula! sul proscenio del Teatro Garibaldi nei confronti dello stesso Abate. Mai una domanda, mai un’obiezione, mai una richiesta di delucidazioni, mai una proposta di miglioramento. Oddio, non che Abate da parte sua brilli per iniziativa politica e spiccata presenza di scena; tant’è che pare che le sue funzioni –almeno sul palco-le assolva Tutolo nell’esercizio delle sue funzioni di sindaco, capopopolo, agitatore di masse e assessore alla bisogna. Abate, dicevamo. Tanto bravo a sparire sul palco del Garibaldi ma tanto bravo ad apparire alla festa dell’Unità lo scorso settembre, tanto di saltare una riunione di maggioranza pur di presenziare ad un dibattito in piazza Duomo, come testimoniano le foto di questo articolo.

Il suo ritorno alla guida del Partito Democratico, per opera e volontà del segretario provinciale, sarebbe paradossale oltre che offensivo verso i militanti che in questo anno e mezzo hanno tentato con tutte le loro forze di raccogliere i cocci di un partito dilaniato e frammentato, che –almeno sulla carta- è all’opposizione di quella maggioranza di cui Abate è parte integrante.
Ma vi immaginate il ridicolo? L’assessore al Bilancio segretario politico di un partito che gli fa opposizione in Consiglio Comunale. Roba che manco Asimov avrebbe potuto immaginare.
Lo sa il segretario Piemontese che il PD è all’opposizione? Lo sa Piemontese che Abate è un fedele soldato delle truppe tutoliane e che il PD ha fatto delle primarie uno spazio di democrazia diretta imprescindibile?
Capisco che dopo aver rimosso il sindaco di Roma con una raccolta firme imporre un segretario di circolo sia un gioco facile facile, ma sarebbe il caso che al gioco almeno ci si iscrivesse.

Abate o chi per lui vuole tornare ad essere segretario cittadino del Partito Democratico? Bene, intanto si dimetta (o lo facciano dimettere) e si candidi alle primarie per la segreteria, poi ne riparliamo.
Sarebbe capace di farlo, sarebbero capaci di votarlo. Poi però non vi lamentate se sparite dalla scena politica cittadina e questa volta per sempre.
#raffaelestaisereno

(Si ringrazia il Frizzo per le fotografie.)

Lucilla Calabria

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>