foto odi 5

TONY SANTAGATA TRA I PREMIATI DA VITO GRITTANI “AMBASCIATORE DI BUONA VOLONTA’”

Vito GrittaniROMA – Si è svolta, mercoledì 22 luglio scorso, nella sede diplomatica della Croazia presso la Santa Sede, la cerimonia di consegna dei premi “Ambasciatori di buona volontà ODI-VG”.

Il fondatore dell’ODI (Osservatorio Diplomatico Internazionale), Vito Grittani, ha conferito i riconoscimenti a mons. Franco Croci, 85 anni, milanese, vescovo dal 2000 al 2007, ora emerito per raggiunti limiti di età e presidente del Comitato Scientifico dell’Accademia Bonifaciana; a mons. Carlo Liberati, 78 anni, marchigiano di Matelica, arcivescovo emerito di Pompei; al Card. Josè Saraiva Martins, 83 anni, portoghese, nominato cardinale nel 2001, prefetto emeritodella Congregazione per le Cause dei Santi, a tutt’oggi presidente onorario dell’Accademia Bonifaciana; a Filip Vucak, ambasciatore per la Croazia presso la Santa Sede; al dottor Sante De Angelis, presidente dell’Accademia; e ad Antonio Morese, in arte meglio conosciuto come Tony Santagata, 80 anni, di origine foggiane, uno dei più noti folk-singer, che vanta numerosi successi come “Lu martiello, “Austerity”, “Il pendolare”, “Vieni cara”, e la simpaticissima “La zita”; di recente anche autore di un’opera musicale dedicata a San Pio da Pietrelcina, eseguita in Vaticano. Questi ultimi due, hanno ricevuto inoltre il premio “Pio XII”.

Presente alla cerimonia di consegna, anche il nostro direttore don Ciro Miele, in qualità di ospite dell’amico Grittani.

L’ODI, fondato da Vito Grittani, ha sede a Capurso, e si occupa in particolare di rapporti conVito Grittani Stati e ambasciate e di tematiche legate ai fenomeni migratori. Ed è proprio a Grittani e al suo Osservatorio, che è andato il premio nazionale Bonifacio VIII e il premio internazionale Giovanni Paolo II.

L’Accademia “Bonifaciana”, nasce nel 2003 grazie all’incoraggiamento e la benedizione dell’oggi San Giovanni Paolo II, e fu proprio lui, il primo insignito del premio internazionale Bonifacio VIII, seguito poi dal Card. Josè Saraiva Martins. “L’Accademia, porta da sempre avanti iniziative di alto livello culturale, sociale, umanitario, religioso e diplomatico” – spiega il Cav. De Angelis – “il fiore all’occhiello è senza dubbio il Premio nazionale ed internazionale Bonifacio VIII, quest’anno alla sua XIII edizione. L’Accademia ha la missione di esaltare il ruolo storico di Anagni e i valori umani che la città gelosamente custodisce: amore per la pace tra i popoli, tradizioni religiose e popolari, tolleranza e perdono secondo l’esempio offerto da Papa Cajetani con l’indizione del premio Anno Santo della storia nel 1300. quest’anno ricorre il 780° anniversario della nascita avvenuta ad Anagni nel 1235. S.Em.za Josè Saraiva Martins, in qualità di nostro presidente onorario – conclude De Angelis – ne ha aperto solennemente i festeggiamenti lo scorso 2 luglio”.

(Comunicato Stampa)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>