28112011_bioeco(1)

LA BIO ECOAGRIMM E I PERCHE’ CHE NON TROVANO RISPOSTA…

419678_104294559700167_2109129299_n

Riceviamo e pubblichiamo delle domande che il Sig. Gianni Petrella, in qualità di Responsabile dell’impianto di produzione della Bio Ecoagrimm pone al Sindaco di Lucera

LUCERA – E bravo il nostro sindaco! Come si dà da fare, quando vuole…! Le voglio solo ricordare che attaccare continuamente la famiglia Montagano con tutti i mezzi a Sua disposizione non costituisce l’unico modo per difendere o salvaguardare la nostra città e l’ambiente circostante.

Innanzitutto Le ricordo che nella lista pubblicata sul Suo profilo per far chiudere la Bioecoagrim ha dimenticato di interpellare l’Esercito Italiano, ma soprattutto voglio ricordarLe di mettere da parte i Suoi rancori personali verso il mio titolare e nel contempo che la Sua persona riveste ormai un ruolo istituzionale elevato e, in quanto tale, deve impegnare tutte le energie e i mezzi a Sua disposizione solo ed esclusivamente per lo sviluppo della nostra città; a cominciare proprio dai progetti di ammodernamento dell’impianto di compostaggio che puntano alla completa eliminazione della puzza prodotta dando, nel contempo, la possibilità di incrementare il numero degli occupati. Progetti che sono già stati depositati da tempo e che invece di essere supportati dalle istituzioni locali – in primis l’amministrazione comunale – vengono del tutto snobbati o addirittura bocciati, impedendo appunto uno sviluppo considerevole dell’economia locale. Un processo produttivo in ambiente anaerobico con conseguente eliminazione della “maledetta puzza”!!! Non voleva appunto questo?

Voglio anche rammentarLe che la salvaguardia ambientale bisogna praticarla a 360 gradi, caro sindaco, e non esclusivamente prendendo di mira l’azienda in cui lavoro: pertanto cominci col rimuovere tutti i pannelli di eternit presenti in città (anche sotto casa mia!), inizi a fermare e rinnovare i depuratori comunali che appestano la città in maniera molto più costante, inizi ad eliminare lo sversamento ininterrotto di fanghi nelle nostre campagne a ridosso del centro abitato (come accade, per esempio, in contrada Seggio, Palmori, ecc…), inizi a comunicare ai cittadini di Lucera che nel nostro territorio ci sono anche impianti dediti al trattamento di rifiuti pericolosi, a differenza di quelli trattati da noi!!!… Oh, che scemo! Quasi dimenticavo: queste cose non La interessano perché non originati dal mio titolare!!!

Una volta per tutte smettiamola di fare i ridicoli e cerchiamo di far fruttare le potenzialità presenti sul territorio: MA È MAI POSSIBILE CHE ALTROVE LE AMMINISTRAZIONI LOCALI DEVONO FARE SALTI MORTALI PER INCENTIVARE GLI IMPRENDITORI AD INVESTIRE SUI LORO TERRITORI, MENTRE A LUCERA ACCADE ESATTAMENTE IL CONTRARIO??? E la beffa più grande è convalidata dai continui successi ed affermazioni che il nostro imprenditore sta conseguendo nei vari settori dell’economia: qui stavolta è Lei che si deve far capace ed ammettere le infinite potenzialità del mio titolare dal punto di vista commerciale.

Sindaco, Lei ha affermato che Lucera ha raggiunto una percentuale di raccolta differenziata del 35%. Bene, può dire a noi cittadini contribuenti a chi viene consegnato l’umido proveniente dalla raccolta differenziata, visto che fra i fornitori della Bioecoagrim manca (stranamente) SOLO il Comune di Lucera? Sindaco ci può dire perché consegna ad altri impianti l’umido proveniente da Lucera, aggravando le nostre tasche di costi maggiori per lo smaltimento e soprattutto (il fardello maggiore!) per il trasporto, ben sapendo del notrevole risparmio che otterrebbe per il Comune di Lucera, data la presenza a pochi passi di una delle più floride e virtuose aziende di compostaggio? Sindaco, considerando che ultimamente anche la città di Foggia conferisce la frazione umida al nostro impianto, perché Lucera preferisce altre soluzioni senz’altro più onerose? Tutti i contribuenti hanno il diritto di sapere come vengono gestiti i loro soldi. Spieghi ai cittadini questa grave lacuna!!!

Ora, premesso che la cosa che mi innervosisce di più è la cecità con cui i suoi “seguaci” la sostengono, alla luce di quanto appena esposto Le chiedo: faccia il Sindaco, visto che viene pagato per questo e, se proprio vuole diventare un baluardo della salvaguardia ambientale, lo faccia fino in fondo, perché continuando di questo passo la Sua credibilità verrà sempre meno fino a rischiare di coprirsi di ridicolo!!!

P.S. INIZIAMO A VEDERE LA “BIO ECOAGRIM SRL” COME UNA RISORSA DA SFRUTTARE E NON COME UNA MINACCIA; sono sicuro che ne trarranno vantaggi tutti.

Meditate gente, meditate!!!

(Comunicato Stampa)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>