bcfoggia-potenza picena - foto giorgio moffa

TONNO INSUPERABILE B.C. FOGGIA QUARTO POSTO CONSOLIDATO

Contro Potenza Picena schiacciante vittoria in Gara2. Peccato per il primo match, lasciato agli avversari nel finale.

quartoFOGGIA – Si tornava in casa, dopo una doppia (fruttuosa) trasferta e il Tonno Insuperabile BC Foggia affrontava Le Pantere di Potenza Picena. Match ad alto rischio, nonostante la classifica potesse lasciar pensare ad una passeggiata. Così è stato, infatti, con i ragazzi di Salvatore Strippoli ci hanno lasciato il primo match agli ospiti con un settimo innin fortunato in cui i marchigiani hanno operato il sorpasso, mai più recuperato.

GARA1 - Partenza buona, ma a rilento per Foggia che si porta subito sull’1-0 e poi sul 2-0 al terzo inning. Poi un punto marchigiano al sesto gioco e lo sfortunato game successivo in cui Pompilio e compagni hanno subito il sorpasso avversario del 2-1 al 2-5. Nello stesso game accorcia le distanze Foggia fino al 4-5 ma all’ottavo e al nono inning non c’è tato il punto del pareggio.

GARA2 - Senza storia, invece, il secondo match con Foggia che ha stabilito le gerarchie sin da subito, portandosi avanti immediatamente e allunando fino al definitivo 20-1 con cui si è conclusa la gara al settimo inning per manifesta superiorità.

In classifica passo avanti foggiano (ma resta quarta) che accorcia su Bologna, nuova terza in classifica e allunga sull’inseguitrice principale Padule. In seconda posizione sale Jolly Rogers, prossimo avversario di Lucena  compagni che, proprio nelle ultime due trasferte in Toscana, hanno dimostrato i potersela giocare con tutti. Al momento i playoff scudetto sarebbero saldamente conquistati.

(Comunicato Stampa)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>