EXPLOIT IMMATRICOLAZIONI ALL’UNIFG

universita foggia logoFOGGIA – Cresce il numero di iscritti all’Università di Foggia: duemila nuovi iscritti e gli altri Atenei intanto perdono “pezzi” e restano a guardare la salita del Polo della Capitanata.

Le immatricolazioni si sono chiuse lo scorso 31 ottobre anche se gli aspiranti studenti potranno iscriversi fino alla fine della prossima primavera.

Se si prendono in considerazione i dati delle iscrizioni degli altri Atenei italiani, l’Università di Foggia ha fatto registrare una salita veramente degna di nota, non solo confermando le iscrizioni degli anni precedenti ma anche perché, molto probabilmente, si vedrà aumentata i posti destinati agli studenti ammessi ai corsi di laurea di area medica.

Sicuramente un risultato molto incoraggiante, soprattutto se paragonato al calo di iscrizioni che si è avuto in molti Atenei del Mezzogiorno.

I dati ovviamente si riferiscono, in prima analisi, agli studenti che hanno confermato la propria iscrizione mediante pagamento del MAV (modulo di avviso di pagamento); un dato molto sicuro per confermare le statistiche sopra menzionate.

In ogni caso, che il pagamento delle tasse universitarie sia un modo certo per comprendere l’andamento dell’Ateneo, è fuori discussione; va ricordato però che molti studenti, dopo averle pagate, possono cambiare corso di laurea o addirittura interrompere gli studi. Si tratta, per fortuna di una minoranza.

Che il dato sia positivo è sotto gli occhi di tutti, ma questo deve essere un risultato sul quale non bisogna cullarsi: è un dato sul quale bisogna investire per migliorare la qualità dell’Offerta Formativa, attualmente impoverita dall’eliminazione di due corsi di laurea (ovvero Operatore Giuridico della Pubblica Amministrazione e Archeologia).

Ma, come si dice, chiusa una porta si apre un portone; ed infatti, dal prossimo anno accademico, sarà inserita nell’Offerta Formativa un Corso di Laurea in “Scienze gastronomiche” annunciato come uno dei corsi di maggior successo dell’intero panorama didattico e scientifico dell’UniFg che sarà unico al Sud, insieme a quelli già strutturati presso le Università di Messina e Roma “La Sapienza”.

Hanno tenuto bene tutti i Dipartimenti – ha commentato il Rettore prof. Maurizio Ricci – a conferma della varietà della nostra offerta formativa, a conferma del fatto che la serietà con cui cerchiamo di fare le cose alla fine paga: un esempio concreto potrebbe essere, ad esempio, la serietà con cui ogni anno la nostra Università fa sostenere a centinaia di candidati i test di ingresso ai nostri corsi di laurea senza mai dare adito a qualsivoglia scandalo o polemica. Mi piace pensare che questo rigore si traduca poi in fiducia, nella fiducia che ci viene accordata al momento di scegliere l’Università presso cui studiare”.

Giovanni Pio Di Benedetto

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>