Corso BLS-D. 20 lucerini diventano “Angeli” certificati

bls

Pioggia di certificazioni BLS – D. Il defibrillatore semi-automatico non è più uno sconosciuto

LUCERA – L’associazione di protezione civile porta la Centrale Operativa 118 della provincia di Foggia a Lucera e abilita venti persone all’uso del defibrillatore. Altre venti persone in provincia di Foggia oggi sanno e possono usare il defibrillatore. Nastro vincente tagliato a Lucera dell’associazione di protezione civile Gli Angeli Onlus a fine del cammino di formazione di sabato scorso nei locali della Parrocchia Santa Maria delle Grazie, dove ben venti cittadini hanno conseguito il certificato di esecutori BLS-D(laici). Il Corso di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione è stato organizzato, infatti, da Gli Angeli a Lucera, nonché quarta sede operativa dell’associazione, che spiega la sua validità anche nei comuni di Alberona, Motta Montecorvino e Celle di San Vito.

Obiettivo raggiunto. Il Corso indetto da Gli Angeli in stretta collaborazione con la Centrale Operativa 118 della Provincia di Foggia ha mirato principalmente a fornire agli iscritti le conoscenze teoriche e pratiche di intervento in caso di arresto cardiaco e di disostruzione delle vie aeree, sposando perfettamente l’idea della Regione Puglia: “La Regione Puglia sta cercando di mappare le sedi dove c’è un defibrillatore per assicurare ai suoi cittadini un territorio cardio protetto, ma - ha spiegato e sottolineato il dott. Antonio Contillo, direttore della Centrale Operativa 118 della provincia di Foggia e della BAT settentrionale – per salvare una vita non c’è bisogno solo di avere a disposizione un defibrillatore: bisogna saperlo usare! Infatti “- ha continuato- “Non può essere utilizzato da persone non formate e non autorizzate, questo lo dice la legge”.
E sull’importanza della formazione s’è espresso anche il dott. Vincenzo Colapietro, il Dirigente Medico dello stesso comparto sanitario foggiano pure lui messosi a disposizione sabato pomeriggio e che ha ribadito con chiarezza che ‘l’abilitazione all’uso del defibrillatore la somministra esclusivamente la Centrale Operativa’, oltre a ringraziare pubblicamente Gli Angeli per ‘la sensibilità che l’associazione riversa costantemente sul tema dell’arresto cardiaco, in un’Italia dove ogni anno muoiono per arresto cardiaco oltre 60mila persone’.Sono ancora una volta i numeri a riportare la nostra attenzione sul fenomeno- ribadisce Francesco Pio Paoletti coordinatore de Gli Angeliecco perché la nostra associazione, che di per sé già nasce ad indirizzo sanitario, punta sempre più sulla prevenzione e sulla formazione, concetti altrove promossi dai comuni stessi e sostenuti anche economicamente. Voglio ringraziare a nome di tutti i soci- continua- Don Ciro Miele che ha mostrato tanta sensibilità verso la nostra iniziativa mettendo a disposizione i locali della parrocchia; un gesto di grande intelligenza, indice di premura per i cittadini che hanno potuto così scegliere di formarsi ed informarsi”. Il prossimo quattro ottobre a Lucera con Gli Angeli la formazione continua; sarà la volta del Corso di primo soccorso veterinario.

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>