Topic32NotesImage1

Lettera aperta al vescovo di Cerignola – Ascoli Satriano

Cerignola - “Spero di non essere costretto, e soprattutto spero che non siano costretti i nostri fedeli, ad assistere al mortificante spettacolo di vecchi e sospetti collateralismi con candidati, con partiti o movimenti politici”. Mons. Nunzio Galantino Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana. 

Nonostante quanto dichiarato dal Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana Don Nunzio Galantino, a Cerignola stiamo assistendo ad uno spettacolo deleterio con la discesa in campo per le prossime elezioni amministrative di una lista civica pseudo-cattolica ispirata chiaramente dalla Curia Vescovile in appoggio ad un candidato sindaco di una lista già preesistente. Sembra ormai ufficiale la candidatura di Giuseppe Dibisceglia, attuale responsabile dell’ufficio comunicazione sociale della Diocesi Cerignola – Ascoli Satriano, a capolista di una civica “dei priori”, voluta dal Vescovo Felice Di Molfetta. Sembra ancora, che tra i papabili in detta lista ci sia anche il presidente della deputazione feste Patronali nonché attuale priore della confraternita di Sant’Antonio Gerardo Leone, creando non poco disagio negli ambienti sia parrocchiali che confraternali di non condivisione di tale iniziativa. Mi chiedo cosa succederebbe se tale iniziativa provocasse anche la creazione di altre liste religiose quali i testimoni di Geova, la comunità Valdese, la comunità Pentecostale, e non ultima la comunità Musulmana presente a Cerignola. I partiti non servono più? Faremo una nuova crociata? E noi che siamo credenti e impegnati in politica al nostro elettorato che facciamo esibiamo il certificato di battesimo? Vorrei ricordare a monsignor Di Molfetta che non è ancora chiusa la polemica con il professor Matteo Stuppiello che ha raccolto oltre 7.000 (settemila) firme contro il progetto dei lavori effettuati nella cattedrale, che ha notevolmente turbato la sensibilità dei credenti in tempi recenti. Non crede che iniziative di questo genere sono del tutto inopportune, perché mettono in serio imbarazzo la coscienza di noi credenti e sembrano riportarci indietro alle guerre di religioni?

 I buoni stanno solo da una parte, la sua? Stato libero libera chiesa 

Un credente in politica  

Gerardo Valentino

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>