Asl Fg: Lunedì installeremo la TAC a Lucera

Tutolo incassa la solidarietà di Landella e Clemente. Riflettori puntati sull’ASL FG: in ballo, oltre la TAC, la sopravvivenza dell’Ospedale stesso

Foggia - Appuntamento a Lunedì mattina, ovvero quando, secondo l’ASL, dovrebbero cominciare le fasi di installazione della TAC di seconda mano, finora in uso al Masselli Mascia di San Severo, presso l’Ospedale Lastaria di Lucera. E’ l’esito di una nuova giornata di civile protesta attuata dall’Amministrazione Comunale di Lucera, guidata dal Sindaco Antonio Tutolo, proprio dinanzi agli uffici foggiani dell’ASL FG. «Hanno portato la loro solidarietà il consigliere regionale del PD Sergio Clemente ed il Sindaco di Foggia Franco Landella, nel contempo si aggiungevano altri consiglieri e cittadini di Lucera,sempre più vicini al nostro Sindaco per continuare questa sacrosanta battaglia per il diritto alla salute di tutti i cittadini della Daunia, anche per chi non c’è», hanno fatto sapere i manifestanti presenti.

Il documento dell'ASL FG che annuncia l'installazione della TAC presso il Lastaria

Il documento dell’ASL FG che annuncia l’installazione della TAC presso il Lastaria

«Secondo questo documento avente data odierna (che pubblichiamo su queste pagine, ndr), firmato dal direttore generale ASL FG e consegnato poco fa, Lucera riavrà presto la sua T.A.C. La protesta, se GIUSTA e CIVILE, serve sempre» – osserva su Facebook l’avv. Simone Cantore, consigliere comunale di maggioranza nelle fila di Lucera 2.0.

Si tratta, comunque, dell’ennesimo annuncio da parte della struttura tecnica dell’ASL FG, che da maggio ha rinviato, ora per un motivo, ora per un altro, l’arrivo della TAC sanseverese a Lucera.

L’eclatante protesta messa in atto da Antonio Tutolo, questa volta nelle vesti di rappresentante di una cittadina di oltre trentamila abitanti, è servita a riaccendere i riflettori su una questione, quella della probabile soppressione dell’Ospedale Lastaria, finito inizialmente sotto le lame del piano di rientro sanitario attuato da Vendola ed ora nelle mire della stessa ASL FG, che avrebbe proposto alla Regione l’azzeramento di  tutto quel che era stato già programmato per la sopravvivenza dell’ospedale lucerino. (Alessio Pittari)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>