Daniela Marcone durante l'ultimo comizio di Tutolo
Daniela Marcone durante l'ultimo comizio di Tutolo

Caso Marcone. Il PD si scaglia contro Tutolo… e Libera

LUCERA - Riceviamo e pubblichiamo una nota, a firma “Partito Democratico Lucera“, sulle dichiarazioni di una presunta “rinuncia”, che manca ancora di ufficialità definitiva, da parte della referente provinciale di Libera, Daniela Marcone, all’assessorato alla legalità proposto da Antonio Tutolo all’esponente dell’associazione antimafia.

In questi casi, viene in mente quella canzone di Mina, parole, parole, parole….Si, la campagna elettorale senza esclusione di colpi è terminata da poco, i festeggiamenti lasciano il posto alla realtà di tutti i giorni, la macchina organizzativa tutoliana, messa in moto per istituire la nuova giunta è alle prese con i primi intoppi. Il Pd di Lucera non può che registrare un primo cedimento rispetto ai buoni propositi della coalizione Piazza Pulita. Un vero e proprio buco nell’acqua, il primo dell’era Tutolo, ha un nome importante, di quelli che contano nel mondo dell’associazionismo di base, nel solco della legalità: il nome è quello di Daniela Marcone, referente del coordinamento provinciale di Libera a Foggia. La sua nomina ad assessore doveva essere il fiore all’occhiello dell’innovativa (a parole) giunta Tutolo, la garanzia della trasparenza e della legalità. Invece tutto salta improvvisamente rivelandosi così, più che una scelta politica ragionata e reale, una mera trovata mediatico-elettorale per gettare fumo negli occhi durante la campagna elettorale, senza alcuno riscontro con la realtà odierna. Una vera e propria doccia fredda al “sapor di delusione” per i concittadini che tanto entusiasmo e tante aspettative avevano rivolto alla nomina di un’importante figura simbolica come quella di Daniela Marcone. Il motivo di questa rinuncia si riscontra nell’incompatibilità con il ruolo della Marcone come referente del coordinamento provinciale di Libera, ruolo che la stessa non intende lasciare per l’esperienza assessorile proposta. Il primo cittadino non poteva certo ignorare questa incompatibilità. Se, invece, Tutolo non sapeva della (presunta) incompatibilità, ci troviamo di fronte ad una grave approssimazione che la dice lunga sull’attenzione e la competenza con cui egli stesso affronterà i problemi di Lucera e dei cittadini. La (finta) nomina di Daniela Marcone non è che il primo errore di quella che è stata, a nostro avviso, una spregiudicata e demagogica mossa elettorale. La bacchetta magica della campagna elettorale ha lasciato il posto al duro compito di amministrare un Comune. Se questi sono i presupposti, figuriamoci quello che avverrà in futuro. Rispettando il monito dei cittadini al Partito Democratico è stato dato il compito di fare un’opposizione degna di questo nome, responsabile, vigile e autorevole. Non ci tireremo indietro e lo dimostreremo.

                                                                                                                                          Partito Democratico Lucera

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>