unifg

L’Unifg è presente alla Expo School!

FOGGIA – A portare alto il nome dell‘Ateneo foggiano sono stati due corsisti del seminario organizzato dalla Fondazione FeltrinelliSi tratta di Giustina Pellegrini e Domenico Azzollini provenienti dall’Università di Foggia che hanno fatto parte dei 20 corsisti scelti da una lista di 200 laureati che hanno inviato il proprio curriculum per poter partecipare agli insegnamenti organizzati dalla Fondazione.

La Expo School è un temporary college residenziale nel quale, studenti selezionati tra tutti gli atenei italiani, studiano e discutono a Milano con i professori coordinatori, gli assegnisti e i ricercatori coinvolti in Laboratorio Expo. Quest’ultimo è dedicato alla riflessione scientifica sui temi della sostenibilità ambientale ed etica, sulla cultura del cibo, lo sviluppo sostenibile e sul rapporto città-cittadini e si propone di mettere in dialogo aspetti culturali, antropologici, economici e sociali legati alle tematiche di Expo Milano 2015.

Oggetto delle Expo School sono i temi dei quattro percorsi di Laboratorio Expo: il primo (che ha visto partecipi i due laureati dell’Università di Foggia) è stato “agricoltura e alimentazione” dove si è inteso approfondire, sviluppare e divulgare, in uno scenario internazionale, i temi di EXPO riguardanti la produzione agricola di alimenti e la trasformazione delle materie prime in prodotti finiti, mettendo in rilievo l’importanza di una alimentazione adeguata sotto il profilo qualitativo e quantitativo nella prevenzione della salute.

Il secondo laboratorio riguardante “lo sviluppo sostenibile” è stato incentrato sullo sviluppo sostenibile in una società globalizzata e multiculturale inteso sia nella sua dimensione sociale sia nella sua dimensione ambientale.

Terzo percorso relativo “all’antropologia” ha avuto come tema il cibo, visto come occasione di convivialità, e la convivialità stessa che diventa paradigma di incontro e di convivenza di tradizioni culturali differenti.

Il quarto ed ultimo argomento inerente “alla sociologia urbana” vede nei destini della città contemporanea il ricapitolarsi delle sfide, tensioni e opportunità, le minacce e le promesse di una rinnovata progettazione sociale, tecnologica, urbanistica.

«La selezione della Fondazione Feltrinelli è stata condotta attraverso valutazione del curriculum vitae e un’intervista sui temi dell’Expo 2015 – spiega il dott. Azzollini - Da sempre mi sento molto portato al tema alimentare ed ambientale in tutte le sue sfaccettature, auspico vivamente di potermi confrontare scientificamente sulla salute del pianeta e dei suoi abitanti. Personalmente credo che la malnutrizione, estesa agli antipodi dell’obesità e della fame, sia il prodotto di un profilo egoistico caratteristico dell’economia di mercato che ci governa. Ritengo inoltre che l’equità, la sostenibilità e la prospettiva siano i capisaldi per far fronte alle sfide caratteristiche del contesto evoluzionistico in cui viviamo».

«Le tematiche che sono state affrontate nell’Expo School – commenta la dott.ssa Pellegrini – hanno rappresentato un’occasione di approfondimento degli argomenti del mio dottorato di ricerca in “Innovazione e management di alimenti ad elevata valenza salutistica”, che mi ha visto coinvolta in una collaborazione con l’unità di ricerca dell’Università di Foggia nell’ambito del Progetto Prin 2012 “Long Life, High Sustanibility – Shelf Life Extension come indicatore di sostenibilità”. L’obiettivo principale di questo progetto è stato quello di individuare e di documentare una corrispondenza tra l’estensione della shelf life conseguente ad un’innovazione di formulazione, processo o imballaggio e il possibile aumento di sostenibilità ambientale, economica e sociale di prodotti alimentari lungo la supply chain (“from farm to fork”)». (g.d.b.)

 

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>