Antonio Tutolo
Antonio Tutolo

Defribillatori, wireless libero in centro e annullamenti. Giunta Tutolo al lavoro

LUCERA – In questi giorni sono stati approvati dalla Giunta Municipale diverse delibere che realizzano alcuni punti del programma con cui la coalizione Piazza Pulita si è presentata agli elettori.

Nella prima si è dato mandato alla struttura tecnica di attivarsi per procedere all’acquisto di una serie di defibrillatori da installare in tutte le scuole della città. Questo tipo di apparecchiature sono state rese obbligatorie a tutte società sportive, sia dilettantistiche che professionistiche. «In caso di arresto cardiaco improvviso – recitano le linee guida allegate al decreto che ne rende obbligatorio l’uso -  un intervento di primo soccorso, tempestivo e adeguato, contribuisce, in modo statisticamente significativo, a salvare fino al 30 per cento in più delle persone colpite». Va quindi nel segno della salute e della sicurezza nelle scuole uno dei primi atti dell’amministrazione guidata da Antonio Tutolo.

Il secondo deliberato riguarda un atto di indirizzo impartito al Dirigente dei Servizi Tecnici, arch. Antonio Lucera, «affinché provveda alla installazione delle antenne per l’estensione della rete Wireless nella zona centrale della città e nel perimetro delle seguenti strade: Corso Manfredi, Via Gramsci, Via Amicarelli, Piazza  Duomo, Piazza Novelli, Via Bivio, Via Federico II e Piazza Matteotti».

Con un’altra delibera la Giunta comunale ha deciso di annullare una deliberazione della Giunta Dotoli in cui, con un atto di indirizzo, si demandava al Dirigente del IV settore di inserire una proposta di ampliamento e gestione del cimitero comunale, nel piano triennale delle opere pubbliche. Tale ampliamento (e relativa gestione) era stato avanzato da una società privata.

Il deliberato è stato giustificato dal fatto che l’amministrazione comunale «ritiene che un eventuale ampliamento deve essere assoggettato alla propedeutica verifica del fabbisogno e a un suo successivo dimensionamento effettuato dall’estensore del PUG, con specifico atto di indirizzo dell’attuale amministrazione comunale».

Sempre tra i primi atti amministrativi licenziati dalla Giunta Tutolo figura anche un’altra delibera che annulla una dell’amministrazione Dotoli in cui si accoglieva la richiesta di proroga inoltrata da una società sportiva che opera in zona Pezza del Lago per l’uso di del centro polivalente “San Pio X” fino all’approvazione del PUG. Con la convenzione stipulata nel 1989 venne data la facoltà, al prezzo di centomila lire, di affittare le strutture, secondo quanto previsto dall’art 8.

La revoca è stata effettuata a seguito dell’adozione del PUG e perché è «imperante la disposizione impartita dall’art. 23 della legge 62/2005». Con la revoca della delibera licenziata dall’amministrazione Dotoli, si da mandato al Dirigente responsabile del servizio di predisporre «la gara ad evidenza pubblica per ottenere condizioni migliori per l’Amministrazione e la collettività». (di Pasquale Trivisonne)

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>