10277545_10202621246471525_85980418487649620_n

Amministrative 2014. Il M5S tra polemiche, ringraziamenti e ballottaggio

LUCERA – Riceviamo e pubblichiamo una nota della Lista Lucera a cinque stelle contenente i ringraziamenti alla cittadinanza e la valutazione del voto del 25 Maggio, nonché la questione del ballottaggio dell’8 giugno prossimo.

PUNTO 1:

GRAZIE A TUTTI VOI che avete creduto nel progetto 5 stelle a Lucera. 456 voti per il nostro
candidato sindaco e 401 voti per una lista di soli ragazzi, senza alcun professionista della politica, nessun
riciclato, senza nessun “trombato” che ha dovuto cercare una tana dove andare a “ripulirsi”.
Cosa dire ai nostri elettori? SIETE MERAVIGLIOSI! Sappiate che la strada non finisce qui. Anche se
non entreremo in Consiglio Comunale saremo sempre presenti, parteciperemo e vi faremo partecipare, vi
informeremo e vi faremo vedere come informarvi nel migliore dei modi. Saremo le vostre sentinelle.
Controlleremo, chiunque sia il futuro sindaco, chi, come, quando e perché userà il nostro denaro e cosa ne
farà. Terremo loro il fiato sul collo, com’è nella migliore tradizione del MoVimento 5 Stelle.
Quindi GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE e ancora GRAZIE!
PUNTO 2:
Come commentare un risultato elettorale che ti vede sconfitto? Cercheremo di valutare i dati delle
elezioni del 25 Maggio nel modo più razionale e lucido possibile. Il numero che di sicuro è saltato agli occhi
dei più è il 4000. A tanto ammonta la differenza tra i voti ottenuti dal Movimento 5 Stelle alle Elezioni
Europee e quelli ottenuti dallo stesso alle Elezioni Amministrative. Da cosa deriva un gap così imponente?
Le motivazioni vanno di sicuro ricercate in una certa varietà di fattori:
a) La presenza a Lucera di una coalizione di protesta che, sebbene sia una cosa completamente diversa
dal Movimento 5 Stelle, ha di sicuro intercettato parte del nostro elettorato anche e soprattutto
perché ha cominciato la propria “campagna elettorale” molto prima del 26 Aprile (data termine per la
consegna delle liste dei candidati).
b) La differenza sostanziale tra “voto d’opinione” e voto “familistico/campanilistico/di conoscenza”,
quest’ultimo caratterizzante di una elezione come quella Amministrativa per il rinnovo del Consiglio
Comunale.
Di sicuro anche altri fattori hanno influito sui risultati di cui sopra, ma riteniamo che questi due abbiano
avuto un impatto di maggiore entità.
PUNTO 3:
Il Ballottaggio. Il Movimento 5 Stelle si astiene da qualsiasi forma di appoggio a favore di uno dei
due candidati a Sindaco. La ragione è molto semplice. Se ci fosse stato bene uno dei due contendenti al
ballottaggio, non ci saremmo candidati in prima persona. Per questo motivo non ci sarà, da parte nostra,
nessun tentativo di apparentamento con nessuno dei due schieramenti e nessun tipo di appoggio a
nessuno dei due candidati. Ciò significa lasciare ai cittadini piena libertà di scelta, com’è giusto che sia.
Ci sentiamo, inoltre, di esortarvi a diffidare seriamente da chi, spacciandosi per movimentista, esorta a
non andare a votare! Come ben sapete il Movimento 5 Stelle è da sempre contrario a qualsiasi forma di
astensione dal voto che rappresenta non solo un diritto per il quale i nostri avi hanno dato la vita, ma
anche e soprattutto un dovere civico al quale non ci si dovrebbe sottrarre se non per seri motivi.
Evidentemente chi esorta i cittadini ad andare al mare invece di andare a votare non ha capito bene cosa
significa Movimento 5 Stelle.

About Redazione AdessoilSud.it

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>